Gli Arusnati - Sensazioni e Ricordi

Sensazioni e Ricordi di Giuseppe Luca Castellani
San Giorgio di Valpolicella Ingannapoltron
Vai ai contenuti

Menu principale:

Gli Arusnati

Storia

Gli Arusnati


Le origini di questa piccola comunità risalgono a molti anni or sono. Gli scavi archeologici fatti nei pressi della Pieve Romanica hanno portato alla luce degli insediamenti preistorici, ed interessanti sono stati i reperti acquisiti dagli studiosi.
Tra i vari frammenti di terracotta rinvenuti vi sono anche dei pezzi recanti dei caratteri alfabetici in lingua retica, stando a significare la presenza in questo luogo di un popolo ancora misterioso : gli Arusnati.
Anche delle incisioni su pietra testimoniano la loro presenza a San Giorgio.
Nel 1964 a seguito di uno scavo archeologico in località "Cristo", furono rinvenuti numerosi frammenti raffiguranti pastori, madri con bambini. Si trattava di una "Stipe Votiva".
Questo ritrovamento e le scritte scoperte confermano che questo antico popolo aveva una cultura profondamente religiosa ed in particolare verso alcune divinità: la dea Lualda, il Sole, la Luna, Cuslano, Ihamnagalla e Sqnnagalla.
Cronologicamente gli Arusnati arrivarono a Verona nel V sec. a.C. e  quando i romani raggiunsero queste zone verso il II e I sec. a.C., trovarono sicuramente un popolo già insediato ed amalgamato con gli abitanti locali.

Col passare degli anni sia il paese di San Giorgio che tutte le altre alture della Valpolicella, diventarono un baluardo contro le invasioni Barbariche che provenivano da Nord.

Con il tramonto dell'Impero Romano d'Occidente, per alcuni secoli della Valpolicella non si ebbero più tracce, e San Giorgio divenuto "castrum romano" divenne un luogo fortificato attinente alla Curia, per contrastare eventuali invasioni straniere.


sito autogestito senza finalita di lucro
Ottobre 2009
San Giorgio di Valpolicella Ingannapoltron - Verona
Torna ai contenuti | Torna al menu